Cerca una news

13 settembre 2017

Le Old Foxes in memoria di Claudio

26.000 euro raccolti e una sala del nuovo campus intitolata per ricordare l’amico scomparso.

Claudio Sposito è scomparso il 12 gennaio 2016 a soli 60 anni, dopo una breve malattia, lasciando la moglie Manuela ed i figli Benedetta e Tommaso.

Fondatore e numero uno di Clessidra Sgr, principale gestore di fondi di private equity dedicati al mercato italiano, per cinque anni amministratore delegato di Fininvest Spa e per dieci anni managing director di Morgan Stanley & Co., era una persona molto nota e stimata nel mondo della finanza milanese e internazionale.

A quasi due anni di distanza dalla scomparsa, gli amici più stretti e membri dell’Old Foxes Private Equity Leisure Club – di cui Claudio era socio e assiduo frequentatore – hanno deciso di ricordarlo intitolandogli una delle sale riunioni dello spazio Alumni che sorgerà al piano terra del nuovo edificio di SDA Bocconi, all’interno del campus in costruzione nell’area dell’ex Centrale del Latte.

L’Old Foxes Private Equity Leisure Club è stato fondato nel 2003 da Luciano Balbo, Sergio Sambonet(Alumni Bocconi) Paolo Colonna e Fabio Sattin, con l’obiettivo di riunire persone operanti nel settore del private equity legate da sincera amicizia, basata sul sostegno e rispetto reciproci, con cui condividere il tempo libero, coinvolgendo familiari e amici, in uno spirito di creatività, fantasia e divertimento.

Grazie alle 58 donazioni raccolte all’interno del Club, è stata raggiunta la cifra di 26.000 euro; 1.000 dei quali saranno devoluti alla biblioteca per l’acquisto di nuovi titoli dedicati al mondo del private equity.

In attesa della realizzazione e inaugurazione del nuovo campus universitario, previste per il 2019, per ricordare l’amico scomparso questo mese verrà affissa una targa in un’aula studio della biblioteca Bocconi.