1800 sec - Dare to Ask con Andrea Duilio e Silvia Tracchi

Data dell'evento

05 ott 2022

Orario dell'evento

13:30 - 14:00 CEST


Evento online
Termine registrazione

05 ott 2022 - 13:30 CEST


Donazioni

Tutte le donazioni sono deducibili al 100%.

Privacy

L'iscrizione comprende il consenso alla registrazione e diffusione online dei contenuti dell'evento.

Confermando il tuo ordine accetti integralmente le nostre Condizioni generali di uso e vendita.

Mercoledì 5 ottobre alle 13.30 CEST torna 1800sec - Dare to Ask, ospiti Silvia Tracchi, Corporate Marketing & Communication Director di Università Bocconi e Andrea Duilio, CEO di Sky Italia.

L'evento si svolge in diretta sulla nostra pagina LinkedIn

 

Silvia Tracchi possiede una pluriennale esperienza nel settore marketing e organizzazione eventi, ai vertici di aziende quali Merlin Entertainments, Sky Italia, Gruppo Piaggio, RCS. Ha guidato la strategia di promozione e marketing di EXPO Milano 2015 e rimane la persona più giovane a cui sia stata affidata la direzione di una venue olimpica per le cerimonie di apertura e chiusura dei XX Giochi Olimpici Invernali. Grande appassionata di sport, oggi guida la Direzione Corporate Marketing & Communication dell'Università Bocconi.

Andrea Duilio è CEO di Sky Italia dal 2021 e Alumnus Bocconi. Ha maturato una lunga esperienza nel settore media e telecomunicazioni, lasciando il segno nell'azienda dove ha ricoperto ruoli di crescente responsabilità: Vodafone Italia. Come Digital Director, dal 2018, ha guidato il percorso di trasformazione digitale dell'azienda e successivamente ha assunto il ruolo di Commercial Operations Director, occupandosi dell’innovazione delle relazioni e delle modalità di interazione con i clienti, prima di approdare in Sky Italia.

Moderati da Elena Gelosa, Bocconi Alumni Director, i nostri ospiti avranno a disposizione 1.800 secondi per parlare di un tema chiave: la velocità, intesa come tratto distintivo tra value proposition e modus operandi, con i suoi rischi e le sue implicazioni strategiche e di pensiero.

Condividi su