Cerca una news

17 luglio 2020

5x1000: dieci secondi che cambiano il futuro

Una piccola quota IRPEF che sostiene le cause in cui credi. Non costa nulla e non è obbligatoria, ma può essere decisiva. Grazie alla fiducia di tanti contribuenti, il 5x1000 alla Bocconi ha sostenuto a 63 studenti e 5 giovani ricercatori.

 

Una moltiplicazione semplice ma dall’impatto sociale ed emotivo importantissimo.
Il 5x1000 è infatti un modo per destinare parte delle imposte versate a progetti in cui credi e a cui tieni: è questa è l’essenza di questa quota, che dà sostegno a quegli enti che svolgono attività socialmente rilevanti. E Bocconi è tra queste. Perché forse non tutti sanno che la nostra Università è un’istituzione non profit nata proprio da un gesto filantropico e, come tale, può ricevere donazioni.

Sono diversi anni ormai che ho scelto di devolvere il 5 per mille all’Università e mi viene naturale farlo” racconta Fabio Lombardi, Alumnus EMBAS 13 e Leader del Topic CFO & Accounting, oltre che CFO di Copernico. “Sostenere lo studio e la ricerca universitaria sono di utilità per tutta la comunità, non solo per la nostra Community. Dare la possibilità anche a chi non potrebbe permetterselo di formarsi attraverso gli strumenti, le logiche e i valori del nostro ateneo è sicuramente una cosa su cui tutti dobbiamo puntare.”

 

Pochi secondi e una firma possono creare un mondo di opportunità.

Dieci secondi per cambiare il futuro di tanti giovani. Tanto è il tempo che si impiega per inserire la propria firma e le undici cifre del codice fiscale dell’ente prescelto.

Destinare il 5x1000 alla Bocconi è molto semplice: compilando la dichiarazione dei redditi, basta firmare nella sezione “ricerca scientifica e università” e inserire il codice fiscale 80024610158.

In pochi secondi, compirai un gesto decisivo: il tuo contributo andrà infatti a quegli studenti brillanti e motivati che avrebbero difficoltà a sostenere interamente i costi del proprio percorso di studi, ma che grazie ad un Esonero Parziale potranno invece studiare in Bocconi.

Dal 2006 al 2018 con il 5x1000 la Bocconi ha raccolto oltre 1 milione di euro. Questi fondi sono stati principalmente destinati al sostegno di tanti giovani meritevoli che, grazie a esoneri e borse di studio, hanno avuto l’opportunità di studiare nel nostro Ateneo.

Tra loro c’è anche Rebecca Solcia, studentessa beneficiaria di esonero parziale triennio e iscritta al terzo anno del BSc in Economic and Social Sciences, che così racconta l’impatto di quella scelta fatta in pochi secondi sul suo futuro.

“Per quanto ancora veda ben nitida la lunga strada che devo percorrere, mai sarei potuta arrivare dove sono senza l’Esonero Parziale. La sola idea che tante persone abbiano scelto di dare a noi beneficiari la possibilità di studiare in Bocconi, è ciò che più ci motiva a dare il meglio di noi".

Come influisce il 5x1000 su studenti e ricercatori Bocconi.

A 13 anni dalla sua istituzione, il 5x1000 e le scelte di molti cittadini che credono nel valore dell’istruzione hanno permesso di raccogliere € 1.106.918, che sono stati così destinati:

  • € 610.000 al Programma Esoneri Parziali triennio, ovvero al sostengo di 51 studenti per l’intero percorso triennale
  • € 404.408 al Programma Bocconi Graduate Merit Awards, ovvero al sostengo di 12 studenti delle lauree magistrali
  • Oltre € 90.000 a borse di studio per giovani ricercatori, ovvero al sostegno di 5 brillanti studiosi.

 

Il progetto 2020: cosa sono gli Esoneri parziali.
Si tratta di un progetto di raccolta fondi tramite cui gli studenti in possesso di un buon profilo curriculare e dei requisiti di carattere economico previsti dai bandi, sono esentati dal pagamento fino al 65% dei contributi accademici.

Un sostegno spesso determinante nell'affrontare il proprio percorso di studi con serenità e senza gravare eccessivamente sul bilancio della propria famiglia. Ma per mantenere l’agevolazione negli anni successivi, lo studente dovrà dar prova di merito: raggiungere un numero prestabilito di crediti formativi e del mantenimento della media – voto richiesta.

 

5x1000 e 8x1000: due quote da non confondere.

La differenza tra le due quote sta nella finalità: con l’8x1000 viene finanziata un’istituzione religiosa, mentre con il 5x1000 si supporta un’associazione che può avere gli scopi più diversi, dall’assistenza alla beneficienza, dalla tutela culturale allo sport, fino alla ricerca sanitaria, scientifica o delle Università.

In entrambi i casi per il cittadino non ci sono costi: semplicemente, gli viene concesso di scegliere la destinazione di una parte delle imposte che è tenuto a pagare e, se non sceglie, la sua quota viene ripartita in misura proporzionale alle selezioni fatte da tutti gli altri.

 

 

Per informazioni.

Donazioni@unibocconi.it